Site Loader
Via Pontirolo, 18/C - Treviglio (Bg)
coronavirus e psoriasi: analisi della letteratura scientifica

Questo vuole essere un articolo di divulgazione scientifica. Non vogliamo sostituirci a medici, dermatologi e professionisti del settore sanitario. Data infatti la nostra quotidiana pratica di lettura della letteratura scientifica abbiamo voluto riassumere in poche righe ed in lingua italiana i contenuti di una recente pubblicazione. L’argomento in questione è Coronavirus e Psoriasi, più precisamente Covid-19 e psoriasi. Questo lavoro scientifico è stato difatti recentemente pubblicato sulla rivista internazionale Dermatologic Therapy. Si tratta di una rivista ad accesso libero, senza bisogno di abbonamento. In questo link potete trovare il testo integrale della pubblicazione.

Cosa dice la letteratura.

Nel lavoro sopra citato un gruppo di ricercatori italiani indicano come chi soffre di psoriasi viene solitamente trattato con farmaci immunosoppressori.

Ciclosporine, metotrexato, anti-TNF-alfa sono infatti medicinali tipicamente somministrati a chi soffre di psoriasi. In questo periodo, dove il Coronavirus è stato dichiarato come pandemia globale, anche chi soffre di psoriasi deve stare attento e prendere le giuste precauzioni.

Coronavirus e psoriasi: cosa fare?

I ricercatori, a tal proposito, suggeriscono di “limitare e/o ridurre il tempo di somministrazione di farmaci immunosoppressivi”. Inoltre consigliano di “preferire topici e/o farmaci con un impatto minore sul sistema immunitario, almeno fin quando non si avranno dati più esaustivi”. Ciò vale soprattutto per chi soffre di psoriasi e si trova nelle aree più esposte al contagio da Coronavirus.

Slide riassuntiva della pubblicazione scientifica.

Questo non vuol dire sospendere o limitare le terapie senza aver consultato il medico che le ha prescritte! Ogni decisione deve essere presa dal medico curante, sia ben chiaro. Applaudiamo i ricercatori italiani che hanno voluto, con rigore scientifico, porre l’attenzione sul fatto che probabilmente i comportamenti di chi soffre di psoriasi potrebbero dover cambiare a causa del Coronavirus.

Gli autori sottolineano il fatto che questa ipotesi deve essere avallata da nuovi dati, tuttavia il razionale è scrupoloso. Il loro lavoro merita la giusta attenzione, sicuramente molto di più di quanto si legge quotidianamente sui social. Facebook, Instagram e Twitter sono invasi di fake news, di post stucchevoli e polemiche inutili.

Vi invitiamo a tener sempre monitorata la letteratura scientifica. In questo momento deve essere un faro che ci guida. Il Coronavirus sta influenzando la vita di tutti noi, non solo di chi soffre di psoriasi.

Con questo articolo speriamo di aver contribuito a far conoscere quanto gli studiosi stanno facendo per rendere la nostra vita migliore anche durante l’epidemia del Covid-19. Un esercito di medici, infermieri, ricercatori e operatori sanitari stanno facendo di tutto per il nostro bene. Ci uniamo anche noi al coro di ringraziamento, convinti oggi più che mai che #andràtuttobene!

Post Author: Krioplanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *